Marocco: errori reali e voglia di democrazia

manifestazioni.pngsconosciuto ha scritto:

Le elezioni parlamentari avvenute in Marocco hanno confermato la tendenza dei paesi nord africani ad appoggiare partiti islamici moderati...

Le elezioni parlamentari avvenute in Marocco hanno confermato la tendenza dei paesi nord africani ad appoggiare partiti islamici moderati. Dopo il risultato tunisino del mese scorso, la vittoria del partito islamico marocchino sicuramente non sorprende: nè, conoscendo gli antefatti, dovrebbe sorprendere la scarsa affluenza alle urne (solo il 45% degli oltre 13 milioni aventi diritto di voto), diserzione non certo imputabile ad una presunta carenza di spirito democratico nei marocchini, ma proprio al suo contrario. Anche i marocchini sono scesi in piazza lo scorso inverno chiedendo riforme e democrazia, e la protesta di moltissimi giovani e di qualche partito d'opposizione si è coagulata in un movimento, il Movimento 20 febbraio, il cui slogan è: dignità, libertà, giustizia sociale.
Il gruppo ha avuto da subito vita difficile e le sue pubbliche manifestazioni a cadenza settimanale sono state ostacolate dalla polizia: forse perché la principale rivendicazione è quella di porre fine al monopolio politico-economico detenuto dalla corte reale e dai suoi poteri.

Gli aderenti al Movimento 20 febbraio non si sono lasciati ingannare dalla piattaforma di riforme proposte da Mohammad VI che hanno definito un superficiale maquillage: domenica 20 novembre sono tornati nelle principali piazze chiedendo ai connazionali di boicottare il voto e riproponendo la propria lista di riforme, in cui si richiede, tra l'altro, la liberazione dei prigionieri politici, fra i quali spicca il giovane rapper Mouad Belrhounate, in carcere dallo scorso settembre per aver scritto una canzone in cui contesta l'assoluto potere del re.

Il boicottaggio, comunque, è stato praticato anche da chi non aderisce al Movimento 20 febbraio: interviste a gente comune hanno confermato la disaffezione a partiti che presentano da trent'anni gli stessi candidati e che sono rei di corruzione (fra cui spicca il Partito Socialista, al governo dal 1998 e coinvolto in numerosi scandali); o, che, comunque, hanno contribuito all'inasprimento della situazione economica del Paese, il cui debito estero è cresciuto ulteriormente in quest'ultimo periodo.
Anche la coalizione G8, nata per contrastare il partito islamico moderato mettendo insieme politici dalla natura e dal profilo diversissimi, ha ulteriormente disgustato l'elettorato marocchino che l'ha definita una cricca di opportunisti, destinati, oltretutto, al suicidio politico.

Nonostante Mohammad VI e molti suoi sostenitori, anche stranieri, fino a ieri parlassero dell'eccezione del Marocco, il paese maghrebino non può rimanere immune dall'ondata di cambiamento che squassa gli altri paesi arabi, perché non solo condivide tutti i problemi degli altri stati in rivoluzione, ma in più è caratterizzato da un tasso di analfabetizzazione (oltre il 56% degli adulti non sa nè leggere nè scrivere), di disoccupazione e di mancanza di protezione sociale (il 70% non possiede una polizza per assistenza sanitaria) e di povertà (circa il 30% della popolazione non ha a disposizione nè acqua corrente nè elettricità) superiore a molti altri.

Un piccolo segnale di cambiamento, comunque, queste elezioni l'hanno introdotto: ora Mohammad VI dovrà nominare il Primo Ministro tra le fila del partito che ha conseguito il maggior numero di seggi, non più, come in passato, nominando qualcuno a suo esclusivo capriccio.

Notizia presa da qui

Pubblicato Martedi 29 Novembre 2011 - 13:43 (letto 2276 volte)
Comment Commenti? Print Stampa



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read Terrorismo islamico e destra estrema: due facce, una medaglia - Simone Bedarida (10/05/2018 - 06:36) letto 1639 volte
Read Difendiamo Madre Terra (07/04/2018 - 07:35) letto 1736 volte
Read Islamofobia suicidio collettivo - Lucio Caracciolo (11/02/2018 - 07:05) letto 1915 volte
Read Londra: catena umana di musulmane per condannare l'orrendo attentato - Blog Diritti umani - Human Rigths (29/03/2017 - 06:28) letto 1794 volte
Read Roma, musulmani in preghiera al Colosseo: "Quello al culto un diritto costituzionale" - Redazione Repubblica.it (23/10/2016 - 08:43) letto 1686 volte
Read Lampedusa. Dichiarazione ecumenica di impegno del 3 ottobre 2016 - Agenzia NEV (10/10/2016 - 06:09) letto 1995 volte
Read Il jaccuse di una giornalista saudita - (05/06/2016 - 06:57) letto 1845 volte
Read Non uno scontro tra modernit e Medioevo. Intervista con Lorenzo Declich - Giovanni Zagni (04/11/2015 - 06:28) letto 1955 volte
Read Marcia per la Pace Perugia-Assisi (08/10/2014 - 07:24) letto 1793 volte
Read Fratelli musulmani dEuropa - Moustafa el Ayoubi (29/09/2014 - 06:48) letto 1920 volte
Read  morto Ado Bayero, emiro che condannava Boko Haram - Agenzia MISNA (12/06/2014 - 20:14) letto 1713 volte
Read Prende vita la sesta edizione del PREMIO GIOVANNI PAOLO II dedicato alla poesia, pittura, scultura e fotografia. (07/04/2014 - 06:49) letto 2258 volte
Read Giovani di tutte le religioni: Giustizia, pace e tolleranza per costruire un futuro luminoso (15/01/2014 - 06:48) letto 1980 volte
Read Inaugurazione della moschea di Ravenna (29/09/2013 - 07:06) letto 2230 volte
Read USA/ Day of Dignity: la proposta di Islamic Relief per andare incontro ai più poveri (19/01/2012 - 17:53) letto 2051 volte
Read Fiaccolata per la Pace (11/12/2011 - 07:04) letto 1996 volte
Read Marocco: errori reali e voglia di democrazia (29/11/2011 - 13:43) letto 2276 volte
Read Il Patrimonio culturale e ambientale del Veneto non è in vendita (06/11/2011 - 07:54) letto 2125 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento
manifestazioni.png