Le conversioni all’islam di Anna Vanzan

eventi.pngsconosciuto ha scritto:

Le conversioni alla fede islamica sono in aumento anche nel mondo occidentale.
In Gran Bretagna, ad esempio, sono parecchie decine di migliaia i cittadini di fede cristiana, o non professanti alcunché, che hanno abbracciato l’islam, il 75% dei quali rappresentato da donne.
Un bel risultato per una religione che molti etichettano quale “misogina”.

In Italia vi sono ormai alcune associazioni che raggruppano i convertiti all’islam, a Milano, Vicenza, Roma, nelle quali la presenza femminile è attiva e in crescita. Non vi sono statistiche precise, perché i diretti interessati non si sono ancora censiti, mentre le illazioni dei media a riguardo sono spesso faziose e irrispettose: la rassegna stampa di reportage sul mondo dei convertiti che ho raccolto trasuda di incredulità, facile ironia sul profilo dei nuovi musulmani, dipinti generalmente come personaggi border line che hanno attraversato tutte le correnti di pensiero e vissuto esperienze di vita diversamente estreme prima di trovare un porto sicuro nell’islam. Le donne, poi, sono considerate solo “convertite per amore”, ovvero, creature fragili che cambiano religione solo perché attratte da un uomo musulmano: incasellate, così, in un ritratto razzista e maschilista.

Certamente le conversioni al buddismo o alle varie religioni “new age” non provocano la stessa reazione causata dall’aumento della popolazione musulmana nel nostro Paese, che inquieta soprattutto coloro i quali identificano l’islam con l’oscurantismo, o, peggio, con il terrorismo. Il fatto poi che siano delle donne a scegliere di aderire all’islam dove, secondo i più, s’annidano tutti i peggiori nemici del genere femminile, dalla poligamia alla lapidazione, dalle mutilazioni genitali all’annullamento della figura femminile nella sfera sociale, risulta inspiegabile e incomprensibile. Ciò avviene soprattutto perché i pregiudizi nei confronti dell’islam sono pervicaci e tenaci: per quanto sia gli stessi musulmani sia gli studiosi dell’islam dichiarino e scrivano con autorevolezza che le cosiddette mutilazioni genitali femminili non sono una pratica musulmana, che lapidazione non è presente nel Corano, che la poligamia è sempre stata fenomeno limitato e controverso e che la presenza delle donne nella società è legata a fattori assai diversi da quello religioso (economico, culturale, geografico, ecc.), l’islam continua a essere identificato come un pericolo soprattutto per la libertà delle donne e, di conseguenza, per l’intera società.

Pertanto, la conversione all’islam (anzi, come dicono i musulmani) il “ritorno” all’islam di milioni di individui si presenta come un rebus di difficile soluzione.

Eppure, basta chiedere le motivazioni della propria conversione agli interessati. Cinzia Aicha Rodolfi, con il suo libro, offre molte risposte.

Certo anche Cinzia potrebbe essere etichettata come “convertita per amore”, giacché la sua scelta è stata conseguente all’innamoramento per un coetaneo tunisino, ma la sua testimonianza prova che, in realtà, il sentimento è stato solo l’occasione d’incontro con una religione che l’ha coinvolta in modo profondo.

La conversione di Cinzia non trova adeguata risposta per molti: era (ed è tuttora!) una ragazza bella, istruita, di famiglia benestante, dotata di indipendenza economica derivante prima da una professione basata sul culto del corpo (modella), poi da un lavoro in cui comunque la bella presenza è fondamentale (accompagnatrice turistica). La sua scelta di abbandonare non solo l’esposizione del corpo, ma addirittura di assumere il velo, che per moltissimi rappresenta la negazione della femminilità, come essa intesa in occidente, risulta incomprensibile ai più. Anche perché il velo non le è stato non solo imposto, ma neppure richiesto dal marito.

Non c’è dubbio, infatti, che di tutti i simboli musulmani, il velo è quello che provoca le reazioni più scomposte: la stessa presenza delle donne velate nel nostro Paese viene monitorata come segno dell’espansione dell’islam, quasi che esse fossero tanti minareti. Forse perché, un tempo, i minareti erano eretti dai musulmani a dimostrazione della loro presenza in zone abitate da altre religioni.

Il velo occupa il centro del discorso tra islam e occidente. Da secoli il velo è per l’islam il segno di demarcazione tra pubblico e privato, la protezione per la sfera intima e inviolabile: mentre, al contrario, l’occidente vede il velo come il segno della distanza invalicabile tra Est e Ovest. Se nei paesi d’origine il velo è considerato segno di arretratezza e/o di costrizione, il velo delle musulmane che vivono in occidente è spesso interpretato quale simbolo della mancanza di volontà da parte della comunità islamica di “integrarsi”.

Cinzia Aicha ci chiarisce le ragioni per cui ha liberamente adottato il velo, che possono essere comprese oppure no, ma che vanno ascoltate da chi desidera capire. Lei ha scritto questo libro per un’esigenza interiore, non per insegnare, ma soltanto per raccontare il suo percorso.

Certamente, la testimonianza di Cinzia Aicha non rientra nel binomio classico “donna e islam”, che vende molto, poiché basato su testi costruiti per compiacere le aspettative di un certo pubblico occidentale rispetto alle donne musulmane: storie dolorose, di ammissione di errori compiuti, di costrizioni e di maltrattamenti, che certamente esistono, ma che non sono esclusivo appannaggio del mondo islamico, né tantomeno lo caratterizzano. L’immaginario collettivo vuole ancora immagini femminili avvolte in neri ciador iraniani, nei burqa azzurri afghani, o dai volti celati dal niqab. Ma sempre più lettori avvertono la necessità di andare oltre il facile stereotipo propinato da coloro che vogliono “velare” la reale immagine dell’islam.

Questo libro è dedicato a loro.

Anna Vanzan

Prefazione: Cinzia Aicha Rodolfi, Dalle sfilate di moda al velo... una musulmana italiana, Al Hikma, 2012.

Pubblicato Lunedi 25 Giugno 2012 - 06:53 (letto 2373 volte)
Comment Commenti? Print Stampa



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read All'Ambrosianeum - Donne in dialogo per la pace - Chiesadimilano.it (01/02/2020 - 07:40) letto 524 volte
Read Giornata del dialogo cristiano-islamico. Cei: dal sospetto alla fiducia - Giada Aquilino (28/10/2019 - 17:49) letto 731 volte
Read Sudan: leader religiosi africani condannano la repressione militare - Nigrizia.it (20/06/2019 - 06:45) letto 1073 volte
Read S. Francesco e il Sultano a Vicenza A 800 anni dallo storico incontro, dialoghiamo tra cristiani e musulmani (19/05/2019 - 07:22) letto 1146 volte
Read Maria unisce musulmani e cristiani nel mese sacro di Ramadan - COREIS (12/05/2019 - 07:10) letto 1066 volte
Read Dalle religioni un «argine» alla violenza contro le donne - Laura Caffagnini (17/03/2019 - 07:18) letto 1291 volte
Read Ospite ebreo toglie crocefisso da sala della Chiesa - Redazione Gloria.tv (18/01/2019 - 06:52) letto 1371 volte
Read Prove di dialogo interreligioso fra cristiani e musulmani - Cinzia Toller (11/12/2018 - 06:53) letto 1442 volte
Read Oltre 60 giovani cristiani, ebrei, musulmani e buddisti in dialogo per un città più umana e solidale - Redazione Santegidio (12/10/2018 - 07:32) letto 1498 volte
Read Perché sempre più musulmani vanno al Meeting di Rimini? - Wael Farouq (27/08/2018 - 06:40) letto 1791 volte
Read "Women of Faith for Peace": la via della pace è donna - M. Chiara Biagioni (19/04/2018 - 06:33) letto 1838 volte
Read Il rabbino di Parigi e l'incontro col re del Marocco - Karima Mwal (27/03/2018 - 06:58) letto 1810 volte
Read Bologna capitale delle religioni - Angiola Codacci Pisanelli (12/03/2018 - 06:48) letto 1798 volte
Read Donne islamiche, immigrazione, democrazia in Medio Oriente: i convegni di Averroè - Redazione Eco Vientino (08/03/2018 - 07:10) letto 1924 volte
Read Auschwitz, il Viaggio della memoria che ha unito rabbino, imam, vescovo e sindaco - Caterina Giusberti (25/02/2018 - 07:16) letto 1874 volte
Read A Vienna l'ONU e i leader religiosi contro i crimini d'odio - Comunicato Co.re.is (17/02/2018 - 18:26) letto 1744 volte
Read Da Abu Dhabi a Washington per Marrakesh: i musulmani si alleano con ebrei e cristiani - Coreis.it (09/02/2018 - 06:36) letto 1834 volte
Read "Economia ed etica del commercio nell'Islam" all'Istituto Rezzara (05/02/2018 - 06:46) letto 2057 volte
Read Ad al-Azhar conferenza su Gerusalemme, il Papa: "Urgente il dialogo tra israeliani e palestinesi" - Salvatore Cernuzio (22/01/2018 - 06:41) letto 1765 volte
Read Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani, cos'è e quando nasce - Famiglia Cristiana (20/01/2018 - 06:34) letto 2016 volte
Read ISCOM e Dialogo Interreligioso. Perchè è rilevante conoscere le tradizioni religiose? - Redazione Iscom.info (14/01/2018 - 06:30) letto 1689 volte
Read L'attacco terroristico alla moschea Sufi di Bir al-Abed - Comunicato stampa dl MJLC (30/11/2017 - 07:10) letto 1976 volte
Read Il Papa in Myanmar: sfide e speranze - Cardinale Charles Maung Bo (28/11/2017 - 06:50) letto 1902 volte
Read Al Sermig "Islam contro islamismo" - Redazione La Stampa.it (18/11/2017 - 16:27) letto 4028 volte
Read Quarto Forum Cattolico-Musulmano: "Che cosa significa essere umani?" - Veronica Giacometti (12/11/2017 - 06:37) letto 2049 volte
Read Islam-Cristianesimo. Il grande imam di Al-Azhar: non c'è alternativa al dialogo - Gianni Cardinale (11/11/2017 - 16:12) letto 2215 volte
Read Il grande imam di al-Azhar incontra per la terza volta il Papa - Iacopo Scaramuzzi (09/11/2017 - 06:31) letto 1822 volte
Read Egitto-Italia: grande imam di Al Azhar atteso oggi a Roma - Agenzia Nova (08/11/2017 - 06:50) letto 2074 volte
Read "Conoscersi ci libera dai fantasmi e dalle paure". Musulmani e cristiani insieme a Belluno - Roberto Catalano (01/11/2017 - 06:17) letto 2020 volte
Read La violenza nei testi sacri: le religioni tra guerra e pace - Alessandra Vitullo (01/11/2017 - 06:15) letto 1861 volte
Read Nei bambini il futuro dell'Islam liberale - Redazione Torinospiritualita.org (19/09/2017 - 06:50) letto 2245 volte
Read Il ruolo delle donne nel dialogo interculturale e interreligioso - Comitato promotore nazionale della giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico (18/09/2017 - 06:59) letto 1936 volte
Read "Strade di Pace" - Incontro internazionale di preghiera per la pace - Comunità di Sant'Egidio (11/09/2017 - 07:15) letto 1864 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento
eventi.png