Quando parliamo di Islam non dimentichiamoci mai il rispetto

teologiacristiana.pngsconosciuto ha scritto:

Paolo Branca insegna Islamistica all'Università Cattolica del Sacro Cuore.
Da sempre è impegnato nel dialogo inter-religioso tra Islam e Occidente ed è uno dei fondatori di Yalla Italia, un webmagazine interamente scritto da ragazzi di origine araba che sono nati o cresciuti in Italia.
È inoltre autore di diversi libri sull'Islam come Il Sorriso della Mezzaluna che parla dell'umorismo arabo...

Da dove nasce la proibizione di rappresentare il profeta islamico?

Nell'Islam esiste un divieto assoluto di rappresentare gli esseri viventi, in quanto è una religione che rifiuta ogni forma di idolatria, come del resto l'Ebraismo.
Questo è legato alla tradizione della Sunna.
Secondo quanto scritto negli Hadith, i detti del Profeta Maometto, gli artisti saranno chiamati a dare vita alle loro sculture e dipinti nel giorno del giudizio, ma non riusciranno ad eguagliare la perfezione del creatore e saranno perciò condannati.

È successo diverse volte che ci fossero esplosioni d'ira a causa di rappresentazioni artistiche o libri ritenuti offensive da alcuni Islamici.
Come si spiega questa violenza?


Da una parte c'è la proibizione ricordata.
Dall'altra ci sono gruppi di fanatici che strumentalizzano la religione per scopi politici.
Nel mondo islamico ci sono tanti giovani disoccupati e forse anche un po' disadattati che si infiammano facilmente, basta poco per scatenare delle violenze.

Nel suo libro -Il Sorriso della mezzaluna- parla di una strumentalizzazione di molte proteste del passato. Potrebbe essere così anche questa volta?

Non è facile dirlo.
Non dimentichiamoci che ci sono state delle rivolte in questi Paesi e la situazione è cambiata molto.
Prima era possibile che i regimi fossero conniventi e a volte appoggiassero queste violenze, oggi è tutto più caotico.
Ad esempio, in Egitto avvengono ormai spesso molestie a danno delle ragazze per strada, ma i poliziotti non intervengono.
Oggi è più difficile dire se i governi abbiano chiuso un occhio, come facevano prima, perché il loro controllo sulla società si è allentato.

È possibile trovare un modo per affrontare temi religiosamente sensibili per i musulmani senza urtare la sensibilità religiosa di un miliardo di credenti?

Quando si sconfina nel sacro, è sempre indispensabile stare attenti ed è meglio evitare di affrontare argomenti "tabù" in modo irrispettoso.
Se si ritiene giusto farlo, bisogna chiarire le proprie intenzioni. Pensiamo al caso di Van Gogh, il regista olandese ucciso nel 2004 da un estremista islamico. Nessuno aveva il diritto di ucciderlo, ovviamente, ma questo regista ha urtato la sensibilità di molti credenti trattando il tema dell'Islam in modo irriverente.
Sarebbe come se un artista raffigurasse un prete nudo che celebra la messa insidiando un chierichetto per denunciare la pedofilia di alcuni religiosi, molti cristiani si offenderebbero.
Bisogna scegliere un modo di comunicare che possa essere capito e stimoli una riflessione.
Se l'attacco è volgare e violento, è probabile che ci sia una reazione viscerale ed estremista.

Crede sia necessario per noi occidentali trovare un modo diverso di parlare della religione islamica?

In Occidente c'è la tendenza a dare risalto e, spesso, a celebrare qualsiasi atteggiamento irriverente.
L'artista non ha limiti, può esprimersi come vuole senza tenere conto delle opinioni altrui.
Io non sono d'accordo, credo sia necessario ricordarsi che viviamo in un contesto plurale in cui esistono sensibilità diverse che vanno rispettate. Schierarsi sempre a favore di chi dissacra tutto è un atteggiamento uguale e contrario a quello dei fondamentalisti.
Se i primi ci vietano di parlare di ciò che vogliamo, noi appoggiamo sempre chi infrange ogni tabù.
Credo ci sia un estremismo da entrambe le parti e forse è necessario trovare un modo diverso di affrontare certi temi.
Ritengo sia possibile e giusto parlare dei problemi in modo aperto e schietto, anche di questioni religiose sensibili, l'importante è cercare di non offendere chi ha una sensibilità diversa dalla nostra.



Pubblicato Martedi 30 Ottobre 2012 - 07:16 (letto 2280 volte)
Comment Commenti? Print Stampa



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read Quando don Maggioni ci diceva: L'universalità è nel Dna del cristiano - Bruno Maggioni (31/10/2020 - 06:48) letto 60 volte
Read Papa: le donne debbono contare di più nella Chiesa, anche quando si prendono decisioni - AsiaNews (03/10/2020 - 07:03) letto 102 volte
Read Fratelli tutti: l'Enciclica che manda in soffitta lo scontro di civiltà - Giulio Boldrin (11/09/2020 - 06:54) letto 133 volte
Read Se non cambia con la vita, la liturgia diventa un teatrino - Marinella Perroni (23/04/2020 - 07:06) letto 425 volte
Read Per fondare e nutrire l'identità cristiana - Romano Penna (28/01/2020 - 06:54) letto 594 volte
Read Una giornata per imparare a leggere la Bibbia - Filippo Rizzi (27/01/2020 - 06:58) letto 595 volte
Read Il Papa: impariamo ad essere più ospitali, tra cristiani e tra diverse confessioni - Salvatore Cernuzio (27/01/2020 - 06:57) letto 622 volte
Read Chiesa cattolica e musulmani in Italia. Esperienze e prospettive - Andrea Pacini (14/12/2018 - 07:39) letto 1488 volte
Read Papa Francesco: la teologia si fa «in ginocchio», non dimenticando il fiuto della fede - Redazione Avvenire (01/01/2018 - 07:37) letto 1977 volte
Read Morto padre Maurice Borrmans, uomo del dialogo - Lorenzo Fazzini (30/12/2017 - 17:36) letto 1940 volte
Read I "cristiani del campanile" e quelli del vangelo - Enzo Bianchi (29/12/2017 - 07:05) letto 2088 volte
Read Bardonecchia. Cattolici e protestanti insieme per i profughi a piedi sulle Alpi - Nello Scavo (28/12/2017 - 07:06) letto 1961 volte
Read Un papa venuto a capovolgere il capovolto - Riccardo Cristiano (26/12/2017 - 06:37) letto 1958 volte
Read Il Papa: "Per i migranti non solo buone leggi ma vicinanza umana" - Salvatore Cernuzio (10/12/2017 - 08:58) letto 1997 volte
Read Papa Francesco: «Chiedo perdono ai Rohingya, oggi Dio si chiama anche così» - Mimmo Muolo (02/12/2017 - 06:50) letto 1903 volte
Read Il Primate cattolico polacco: «Sospenderà a divinis i preti anti-immigrati» - Redazione Famiglia Cristiana (21/10/2017 - 07:18) letto 1849 volte
Read Polonia, il muro spirituale contro l'islam non piace al Papa - Alberto Bobbio (13/10/2017 - 07:03) letto 1835 volte
Read "I migranti? Dei cani". Tra i cattolici tradizionalisti che contestano il Papa - Redazione Piazzapulita (11/10/2017 - 06:54) letto 2018 volte
Read Migranti, papa Francesco critica i cattolici razzisti - Alberto Bobbio (25/09/2017 - 06:30) letto 2104 volte
Read Bergoglio cambia la dottrina della chiesa sulla guerra - Pierre Haski (11/09/2017 - 07:10) letto 2046 volte
Read Papa Francesco: "importante che cattolici ed ebrei affermino che le religioni non devono utilizzare guerra e coercizione" - Agensir.it (02/09/2017 - 07:42) letto 1914 volte
Read C'è una tendenza fondamentalista molto pericolosa in tempi in cui la religione è usata come strumento di violenza. Anche in America Latina - Alver Metalli (31/08/2017 - 13:46) letto 1833 volte
Read Papa, prego per Rohingya perseguitati - Ansa.it (30/08/2017 - 06:56) letto 1859 volte
Read I fedeli applaudono il loro prete e urlano: "Fuori i fascisti" - Pino Pignatta (29/08/2017 - 07:36) letto 2277 volte
Read In Barcellona Raimondo Lullo è antidoto al terrorismo - Redazione Assisiofm.it (28/08/2017 - 07:20) letto 1810 volte
Read Il Papa: «Che tristezza quei cattolici che si sentono perfetti e disprezzano gli altri» - Antonio Sanfrancesco (14/08/2017 - 17:59) letto 1931 volte
Read Il decalogo del dialogo di Brunetto Salvarani - Pietro Piro (09/07/2017 - 06:54) letto 1655 volte
Read Bergoglio chiude l'epoca di Ratisbona e apre quella del "popolo" - Riccardo Cristiano (30/04/2017 - 06:33) letto 2019 volte
Read Papa agli egiziani: "Vengo come messaggero di pace" - Redazione Zenit.it (28/04/2017 - 07:52) letto 1808 volte
Read Strage copti in Egitto, vedova perdona gli assassini, la reazione del giornalista musulmano - Clara Latosti (26/04/2017 - 06:59) letto 2102 volte
Read Papa. «I campi per i rifugiati non siano campi di concentramento» - Avverire (25/04/2017 - 07:07) letto 1938 volte
Read Bergoglio, i martiri e il voto francese - Riccardo Cristiano (25/04/2017 - 07:05) letto 2044 volte
Read Papa Francesco in Egitto, un logo per la pace - Andrea Gagliarducci (04/04/2017 - 06:25) letto 1842 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento
teologiacristiana.png