In pellegrinaggio verso la verità - Giuseppe Milan

eventi.pngsconosciuto ha scritto:

È possibile che il pluralismo religioso non sia causa di divisioni e di guerre, ma contribuisca invece a promuovere la fraternità e la pace?
Il dialogo tra le grandi religioni può favorire la convivialità delle differenze nel nostro mondo e, concretamente, nelle nostre città sempre più abitate dalla molteplicità di provenienze culturali? ...

Una risposta positiva, accompagnata da un proposito fortemente condiviso di agire in tale prospettiva, è venuta dal Convegno interreligioso che si è svolto dal 17 al 20 marzo a Castelgandolfo, presso il Centro Mariapoli del Movimento dei Focolari.
L’importanza dell’evento si coglie dal quadro delle presenze, che ha visto la partecipazione di ebrei, cristiani, musulmani, indù, buddhisti, sikhs, shintoisti e membri della Tenrikyo di molte aree del mondo. In particolare, 23 ebrei (da Israele, USA, Argentina, Uruguay, Messico, Europa), 69 musulmani, sciiti e sunniti (da Maghreb e Medio Oriente, Iran, Bangladesh, Pakistan, Europa, USA), 34 buddisti delle tradizioni mahayana e therevada (da Thailandia, Nepal, Sri Lanka, Taiwan, Corea, Giappone, Italia), 19 indù dall’India, oltre ad una rappresentanza cristiana proveniente da tutti i continenti.
Questa compresenza di una pluralità di tradizioni religiose ha rappresentato una vera novità, un inedito nella pur ricca storia dei convegni interreligiosi organizzati dai Focolari e che sono sempre stati “bilaterali”, tra il cristianesimo e un’altra religione (simposio islamo-cristiano, cristiano-buddista, ebreo-cristiano, ecc.). Infatti nel corso degli anni, a partire da concrete esperienze di dialogo attuate nei singoli contesti, si sono sviluppate alleanze fraterne specialmente con il movimento buddista della Rissho Kosei-kai (che in Giappone conta 6 milioni di aderenti), con il movimento dei musulmani afro-americani (USA) e con vari movimenti di ispirazione gandhiana del sud dell’India.
Ora l’orizzonte si allarga a 360% e la multilateralità di dialoghi esprime più compiutamente una relazionalità aperta sincronicamente in tutte le direzioni, incrementando così la forza e la testimonianza creativa che ne derivano.
Il Convegno è stato un interessante susseguirsi di introduzioni teoriche, di dialoghi e di testimonianze - in gruppi distinti per religione alternati a momenti in plenaria – : i partecipanti hanno raccontato e donato i loro itinerari spirituali/culturali ma soprattutto si sono aperti oltre il proprio specifico, insistendo sulle alleanze via via sperimentate e sulle acquisizioni teologico/esperienziali maturate nel corso del tempo, senza ignorare le inevitabili difficoltà incontrate.
Una profonda condivisione ha riguardato alcune idee - chiave: la centralità dell’amore, della carità, della misericordia, della compassione, espressa nella‘ regola d’oro’ presente nelle principali religioni e culture e che invita a “fare agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te”; la consa pevolezza che il dialogo autentico porta ad approfondire il rapporto con Dio e a riscoprire le proprie radici e la propria tradizione; l’apertura verso l’altro favorisce conoscenza e fiducia, facendo crollare idee erronee e preconcetti; le diversità possono essere dono gli uni per gli altri e, in tale direzione, è fondamentale la comune ricerca di ciò che unisce.
Nel pieno del Convegno, una rappresentanza di 20 persone di 8 religioni è stata ricevuta da Papa Francesco prima dell’udienza generale del 19 marzo. “Una figura paterna che aumentava la fratellanza fra noi”, ha commentato la teologa musulmana iraniana Shahrzad Houshmand, che ha consegnato al Papa, a nome dei musulmani riuniti nel convegno, una lettera in cui si esprime “il profondo amore e rispetto per la Sua persona e per la mano tesa più volte verso i musulmani nel mondo”. Kala Acharya, indù, docente a Mumbai, ha accolto con gioia l’invito del Papa a camminare senza fermarsi: “Anche per noi la gioia di camminare è più importante di quella dell’arrivare a destinazione”. Alla fine il Papa ha chiesto a tutti: “Pregate per me”.
Il giorno conclusivo ha visto lo spostamento di sede presso l’Aula Magna della Pontificia Università Urbaniana, con la conferenza “Chiara e le Religioni. Insieme verso l’unità della famiglia umana”, nella quale i convegnisti hanno offerto una testimonianza pubblica e plurale su Chiara Lubich e sul suo impegno per il dialogo interreligioso, nel 6° anniversario della sua scomparsa: “Fra le sue grandi capacità quella che forse più di altre ha parlato al nostro mondo è stata il ‘saper dialogare’” - ha affermato la presidente dei Focolari Maria Voce, nel suo intervento introduttivo-.
“Aveva intuito, Chiara, che la strada dell’umanità poteva essere diversa, indirizzata alla pace, ma a condizione di un cambio radicale di mentalità” perché l’altro “non solo non è una minaccia, ma è un dono”.
L’intervento del Card. Arinze, già Presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, ha sottolineato come Chiara Lubich abbia promosso il dialogo a tutti i livelli formando “un popolo in cammino, in comunione, in movimento. Vanno nella periferia: escono, incontrano, dialogano, ascoltano e collaborano”.
Ricca la serie di testimonianze dal mondo musulmano, buddista, indù e dal mondo ebraico: il dott. Waichiro Izumita, giapponese, buddista della Risho Kosei Kai; il monaco tailandese Phra Thongrattana Thavorn, che ama farsi chiamare “Luce Ardente”, il nome che affettuosamente gli ha dato Chiara (“Sono stato travolto dalla sua persona, mi sento anch’io un figlio suo, oltre che per la luce che ho ricevuto, per la passione di diffondere la luce dell’unità fra tutti”); il rabbino David Rosen, di Gerusalemme (“Il comandamento di amare Dio ci richiede di seguire l’esempio di Abramo: fare in modo che Dio venga amato anche dagli altri”); l’Imam Ronald Shaheed, della Moschea di Milwaukee (USA); Ahmer Al-Hafi, docente di religioni comparate in Giordania (“Chiara mi ha aiutato a capire il Corano in tutti i suoi sensi più profondi. Ho capito da Chiara che l’amore è l’essenza di Dio, e che la religione dell’amore è una”); Vinu Aram, indù, presidente onoraria di Religioni per la pace (“Dobbiamo costruire un mondo unito, un mondo dove ciascuno possa sentirsi a casa”).
Per finire, una breve considerazione personale da parte di chi fa ricerca nell’ambito dell’educazione interculturale: il dialogo interreligioso, anche attraverso le inevitabili difficoltà del suo percorso, evidenzia sempre più chiaramente una serie di valori fondanti che si rifanno direttamente ai testi sacri e che assumono perciò una chiara valenza religiosa; questi valori, tuttavia, dettano anche indicazioni di fondo e linee guida immediatamente trasferibili sul piano pedagogico/culturale nell’orizzonte dell’intercultura, offrendo perciò un contributo insostituibile a quanti operano in questa prospettiva.



Pubblicato Giovedi 03 Luglio 2014 - 06:56 (letto 1897 volte)
Comment Commenti? Print Stampa



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read All'Ambrosianeum - Donne in dialogo per la pace - Chiesadimilano.it (01/02/2020 - 07:40) letto 524 volte
Read Giornata del dialogo cristiano-islamico. Cei: dal sospetto alla fiducia - Giada Aquilino (28/10/2019 - 17:49) letto 731 volte
Read Sudan: leader religiosi africani condannano la repressione militare - Nigrizia.it (20/06/2019 - 06:45) letto 1073 volte
Read S. Francesco e il Sultano a Vicenza A 800 anni dallo storico incontro, dialoghiamo tra cristiani e musulmani (19/05/2019 - 07:22) letto 1146 volte
Read Maria unisce musulmani e cristiani nel mese sacro di Ramadan - COREIS (12/05/2019 - 07:10) letto 1066 volte
Read Dalle religioni un «argine» alla violenza contro le donne - Laura Caffagnini (17/03/2019 - 07:18) letto 1291 volte
Read Ospite ebreo toglie crocefisso da sala della Chiesa - Redazione Gloria.tv (18/01/2019 - 06:52) letto 1371 volte
Read Prove di dialogo interreligioso fra cristiani e musulmani - Cinzia Toller (11/12/2018 - 06:53) letto 1442 volte
Read Oltre 60 giovani cristiani, ebrei, musulmani e buddisti in dialogo per un città più umana e solidale - Redazione Santegidio (12/10/2018 - 07:32) letto 1498 volte
Read Perché sempre più musulmani vanno al Meeting di Rimini? - Wael Farouq (27/08/2018 - 06:40) letto 1791 volte
Read "Women of Faith for Peace": la via della pace è donna - M. Chiara Biagioni (19/04/2018 - 06:33) letto 1838 volte
Read Il rabbino di Parigi e l'incontro col re del Marocco - Karima Mwal (27/03/2018 - 06:58) letto 1810 volte
Read Bologna capitale delle religioni - Angiola Codacci Pisanelli (12/03/2018 - 06:48) letto 1798 volte
Read Donne islamiche, immigrazione, democrazia in Medio Oriente: i convegni di Averroè - Redazione Eco Vientino (08/03/2018 - 07:10) letto 1924 volte
Read Auschwitz, il Viaggio della memoria che ha unito rabbino, imam, vescovo e sindaco - Caterina Giusberti (25/02/2018 - 07:16) letto 1874 volte
Read A Vienna l'ONU e i leader religiosi contro i crimini d'odio - Comunicato Co.re.is (17/02/2018 - 18:26) letto 1744 volte
Read Da Abu Dhabi a Washington per Marrakesh: i musulmani si alleano con ebrei e cristiani - Coreis.it (09/02/2018 - 06:36) letto 1834 volte
Read "Economia ed etica del commercio nell'Islam" all'Istituto Rezzara (05/02/2018 - 06:46) letto 2057 volte
Read Ad al-Azhar conferenza su Gerusalemme, il Papa: "Urgente il dialogo tra israeliani e palestinesi" - Salvatore Cernuzio (22/01/2018 - 06:41) letto 1765 volte
Read Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani, cos'è e quando nasce - Famiglia Cristiana (20/01/2018 - 06:34) letto 2016 volte
Read ISCOM e Dialogo Interreligioso. Perchè è rilevante conoscere le tradizioni religiose? - Redazione Iscom.info (14/01/2018 - 06:30) letto 1689 volte
Read L'attacco terroristico alla moschea Sufi di Bir al-Abed - Comunicato stampa dl MJLC (30/11/2017 - 07:10) letto 1976 volte
Read Il Papa in Myanmar: sfide e speranze - Cardinale Charles Maung Bo (28/11/2017 - 06:50) letto 1902 volte
Read Al Sermig "Islam contro islamismo" - Redazione La Stampa.it (18/11/2017 - 16:27) letto 4028 volte
Read Quarto Forum Cattolico-Musulmano: "Che cosa significa essere umani?" - Veronica Giacometti (12/11/2017 - 06:37) letto 2049 volte
Read Islam-Cristianesimo. Il grande imam di Al-Azhar: non c'è alternativa al dialogo - Gianni Cardinale (11/11/2017 - 16:12) letto 2215 volte
Read Il grande imam di al-Azhar incontra per la terza volta il Papa - Iacopo Scaramuzzi (09/11/2017 - 06:31) letto 1822 volte
Read Egitto-Italia: grande imam di Al Azhar atteso oggi a Roma - Agenzia Nova (08/11/2017 - 06:50) letto 2074 volte
Read "Conoscersi ci libera dai fantasmi e dalle paure". Musulmani e cristiani insieme a Belluno - Roberto Catalano (01/11/2017 - 06:17) letto 2020 volte
Read La violenza nei testi sacri: le religioni tra guerra e pace - Alessandra Vitullo (01/11/2017 - 06:15) letto 1861 volte
Read Nei bambini il futuro dell'Islam liberale - Redazione Torinospiritualita.org (19/09/2017 - 06:50) letto 2245 volte
Read Il ruolo delle donne nel dialogo interculturale e interreligioso - Comitato promotore nazionale della giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico (18/09/2017 - 06:59) letto 1936 volte
Read "Strade di Pace" - Incontro internazionale di preghiera per la pace - Comunità di Sant'Egidio (11/09/2017 - 07:15) letto 1864 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento
eventi.png